3n0zwq1tpt3s78i3lvexvu0stp3qt8
 

Com’è fatta la calotta di protezione?


Dalla carpenteria al motore navale: la protezione della ventola viene costruita artigianalmente

Riparare dagli urti, dalle intemperie, da penetrazioni esterne, ma anche mettere in sicurezza: sono questi gli obiettivi per cui le ventole di un motore vengono coperte dalle calotte.

La calotta è una costruzione di acciaio al carbonio che nasce da una lamiera. Com’è fatta? Ecco i passaggi che si susseguono in carpenteria Luigi Cenghialta S.r.l.

  1. La lamiera di acciaio al carbonio viene tagliata con il : veloce e preciso al millimetro, il laser definisce la dimensione desiderata, forma la sagoma dei particolari e garantisce la qualità

  2. La lamiera tagliata viene calandrata: la è la lavorazione che si ottiene con una macchina a geometria variabile, con cui si possono curvare profili realizzando circolari, ovali policentrici e tronchi di cono

  3. La lamiera calandrata e i particolari (coperchi) vengono insieme con la a filo (mig/mag): i corpi vengono uniti in modo permanente con il metallo apportato. Il prodotto finale ha una qualità elevata, senza formazione di scorie.

  4. La calotta, ormai conclusa, si fa bella: con la smerigliatrice l’artigiano toglie le imperfezioni date dalla saldatura.

  5. Il prodotto è pronto per essere spedito al cliente: gli artigiani di Luigi Cenghialta S.r.l. controllano minuziosamente la calotta, guardando i vari processi subiti e confrontando con il disegno iniziale. Se il è positivo, la calotta viene caricata sul camion.

Sono quattro gli artigiani che costruiscono la calotta: un lavoro di squadra, in cui ogni fase è condivisa per raggiungere lo scopo, la qualità.